adotta a distanza

Regali solidali

dona ora

Tante Culture Uguali Diritti

foto-cultureIl progetto di Educazione allo Sviluppo, "Tante Culture Uguali Diritti" è stato realizzato, nel Comune di Roma, grazie al contributo concesso dalla Fondazione Roma Terzo Settore.

Molte le scuole primarie coinvolte da Più Vita nelle attività realizzate e rivolte agli alunni; è stato utilizzato un approccio metodologico interattivo, infatti attività di gioco e creative hanno avuto lo scopo di generare consapevolezza durante il gioco e la creatività. Attività teatrali, laboratori di burattini e marionette, giochi creativi hanno guidato i bambini verso la conoscenza del diverso e del possibile accompagnandoli verso la scoperta e acquisizione di valori fondamentali per costruire un futuro migliore per la società di domani.


Risultati raggiunti

  • Favorita la conoscenza della Convenzione di diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza.
  • Rafforzata la valorizzazione delle varie culture e dell'importanza del concetto dell'interculturalità
  • Rafforzata la conoscenza dei temi di solidarietà e cooperazione.
  • Incentivate attitudini responsabili e partecipativi rispetto alla difesa ed esigenza dei diritti dei bambini e delle bambine in tutto il mondo.
  • Promossa la conoscenza dello strumento di "educazione alla teatralità" le tecniche di costruzione di burattini
  • Creata una rete di solidarietà tra le scuole, le famiglie, gli enti locali e la Fondazione.


Attività realizzate

  • Incontri didattici
  • Conferenza stampa
  • Manuale didattico di percorsi di educazione allo sviluppo
  • Evento pubblico finale
  • Mostra fotografica
  • Realizzazione di burattini


Destinatari coinvolti
8 classi di scuola primaria per un totale circa di 200 alunni e 25 insegnanti


Soggetti coinvolti

Istituto Comprensivo "Falcone-Borsellino"; l'Istituto Comprensivo " Winckelmann", Ass. Culturale Eleusis

Per offrirti il miglior servizio possibile Più Vita Onlus utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Leggi l'informativa