Rapporto Asvis: verso un Paese più sostenibile

 

sostenibilitàC’è ancora molta strada da fare per rendere il nostro Paese più sostenibile. E’ quanto emerge dal Rapporto 2017 pubblicato a settembre dall’Asvis, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, un’analisi che ha coinvolto oltre 300 esperti delle 175 organizzazioni aderenti all’Associazione che hanno analizzato la situazione dell’Italia rispetto ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs -Sustainable Development Goals) fissati dall’agenda Onu per il 2030
Secondo il rapporto, l’Italia ha registrato un miglioramento rispetto a nove degli Obiettivi da raggiungere: fame e alimentazione, salute e benessere, educazione di qualità, uguaglianza di genere, infrastrutture resilienti, modelli sostenibili di consumo, riduzione dei gas serra per combattere il riscaldamento climatico, tutela dei mari e giustizia per tutti; mentre risulta essere ancora indietro su problematiche relative a povertà, disoccupazione, disuguaglianze e degrado ambientale. Rimane stabile invece la situazione relativa ai temi dell’energia, dell’occupazione, delle città sostenibili e della cooperazione internazionale.
Leggi tutto...

Le nuove tecnologie tra bambini e adolescenti


Ragazzi al telefonoChat, post, tweet, mail. Le relazioni quotidiane si snodano attraverso mondi virtuali e schermi digitali diventati ormai strumenti indispensabili nella vita quotidiana di adulti e bambini. Nuove forme di comunicazione che cambiano il modo di relazionarsi con gli altri e con il mondo che ci circonda e che vedono sempre più protagonisti bambini e adolescenti.
Secondo un indagine Istat su “Infanzia e vita quotidiana”, le nuove tecnologie hanno cambiato il modo di relazionarsi e di trascorrere il tempo di bambini e ragazzi (Istat, 2011). Basti pensare che in poco più di dieci anni l’uso del cellulare nei minori dagli 11 ai 17 anni è quasi raddoppiato, passando in poco più di dieci anni (dal 2000 al 2011) dal 55,6% al 92,7%, trasformandosi da semplice strumento per telefonare e inviare messaggi ad un vero e proprio passatempo quotidiano attraverso il quale chattare, giocare, ascoltare musica, leggere e vedere video, restando sempre connessi.
Leggi tutto...

Eliab e il suo desiderio di cambiare il mondo

 

Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Facebook PostEliab ha 16 anni, vive in Nicaragua nella zona di Estelì ed è uno dei ragazzi adottati attraverso il nostro Programma di Sostegno a Distanza, che permette a coloro che vogliano dare un aiuto continuativo ad un bambino o una bambina, di sostenerli nella loro crescita attraverso un contributo economico mensile che si concretizza in cure mediche, alimentazione e materiale scolastico.
Il quartiere dove Eliab vive è uno dei più poveri del Paese, una zona dove i bambini non sempre possono andare a scuola e dove le condizioni economiche delle famiglie sono difficili e spesso non riescono a soddisfare i bisogni primari dei propri figli.
Eliab è stato adottato a distanza da una famiglia che ha deciso di prendersi cura di lui e di aiutarlo nel suo cammino quotidiano. Grazie alla generosità di queste persone può frequentare la scuola, ricevere le medicine e le visite mediche di cui ha bisogno e mangiare due pasti completi ogni giorno.  Eliab è tanto legato alla sua famiglia, gli piace andare a scuola e come tutti gli adolescenti della sua età ha tanti sogni e tante speranze e la determinazione di riuscire a raggiungere i suoi obiettivi nonostante le difficoltà: 
Leggi tutto...

dona ora p

Newsletter

SCOPRI I NOSTRICORSI DI FORMAZIONE 2

Per offrirti il miglior servizio possibile Più Vita Onlus utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Leggi l'informativa