adotta a distanza

Regali solidali

dona ora

Povertà in Italia, come stiamo?

Povertà in Italia, 30% di bambini a rischio esclusione sociale

Completa il futuroCercando su un dizionario di lingua italiana la parola «futuro» si legge: "che sarà o che avverrà in seguito, che deve ancora avvenire". Qualcosa quindi che non è ancora, che deve accadere, che si deve costruire affinché diventi reale. E cosa significa "futuro" per un bambino? La parola futuro per un bambino significa possibilità. Di crescere e di realizzare i propri sogni. Di poter dire: «da grande farò...», «da grande sarò...». Di raggiungere le proprie aspirazioni. Desideri che spesso, per tanti minori, rimangono solo una speranza lontana e difficile da raggiungere. La povertà in Italia continua a far registrare dati preoccupanti. Secondo i più recenti dati Unicef quasi un milione di bambini in Italia vivono in condizioni di povertà estrema, e circa il 30% è attualmente a rischio povertà ed esclusione sociale.

Leggi tutto...

Zika, allarme per il virus in Nicaragua

2Secondo l'Organizzazione Panamericana della Salute (OPS) il virus Zika si diffonderà in tutta l'America Latina, con gravi conseguenza come microcefalia e sindrome di Guillain Barré, che si manifesta con paralisi progressiva agli arti con andamento disto-prossimale (di solito prima le gambe e poi le braccia). Può causare complicanze potenzialmente letali, in particolare se vi è interessamento dei muscoli respiratori o un coinvolgimento del sistema nervoso autonomo.
Secondo quanto è stato riferito dall' OPS ma anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità questo virus arriverà probabilmente non solo in tutta l'America Latina ma anche nel sud degli Stati Uniti

Leggi tutto...

Virus Zika: la diffusione in America Latina

virus zikaSi chiama Zika ed è provocato dalla puntura della zanzara Aedes Aegypti il virus che da diversi mesi sta spaventando l'America Latina e non solo. Il morbo, del quale non esiste attualmente un vaccino né una cura, si starebbe diffondendo in "maniera esplosiva" secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità che si è riunita a Ginevra in un'assemblea straordinaria al termine della quale è stata proclamata l'Emergenza Internazionale di Salute Pubblica, come era già accaduto negli anni passati per l'Ebola e la febbre suina. All'inizio, la situazione non sembrava particolarmente allarmante: fino a ottobre, solo un quinto delle persone colpite si ammalava, presentando sintomi di lieve entità. Ora, però, si teme una diffusione sempre più rapida (ha ormai raggiunto altri 17 paesi delle Americhe) ed effetti sulla salute ancora più pericolosi.

Leggi tutto...

bomboniere dx

Newsletter

Per offrirti il miglior servizio possibile Più Vita Onlus utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Leggi l'informativa